Cognome e Nome
 
Indirizzo E-Mail
 
    
Archivio Newsletter
SPONSOR
SPONSOR
SPONSOR
VIVA L'AUTO
Motorlandia.it
     ASI: sfiduciato il presidente Loi
 
STRUMENTI UTILI
 Stampa Articolo
 Invia ad un Amico
 Aumenta dimensioni del testo
 Diminuisci dimensioni del testo


TORINO. L'assemblea dell'Asi, l'Automotoclub storico italiano, ha sfiduciato il presidente Roberto Loi, in carica da vent'anni. In assemblea si sono presentati i vertici di 206 club di auto e moto d'epoca, sui 271 iscritti all'Asi. I presidenti non hanno rinnovato l'incarico a Loi e a 11 dei 12 consiglieri del direttivo. Insomma. Quasi tutti a casa, tranne Alberto Scuro. L'unico a cui è stata rinnovata la fiducia. Il solo consigliere ancora in pista. Entro lunedì deciderà se rimanere in questa fase delicata per il club oppure lasciare. Ora cosa succede? Il 13 gennaio sarà convocata una nuova assemblea dell'Asi con all'ordine del giorno l'elezione del nuovo presidente.

La sfiducia fonda le radici nel malessere all'interno dell'Asi per le sentenze del tribunale del Lavoro di Torino che a fine luglio ha disposto il diritto al rientro di una ex dipendente, assistente del presidente Loi, e che l’Asi doveva pagare i danni morali per le molestie sessuali subite da Loi. Il tutto è partito da una denuncia per molestie sessuali presentata d'ufficio dai medici della Medicina del lavoro dell'ospedale Cto. Dopo mesi di discussione e turbolenze all'interno dell'Automotoclub storico si è arrivati alla richiesta di revoca del presidente Roberto Loi. Richiesta approvata. 


LOI

 
 

Copyright © 1998 - 2010 Motorlandia. Tutti i diritti riservati