Cognome e Nome
 
Indirizzo E-Mail
 
    
Archivio Newsletter
SPONSOR
SPONSOR
SPONSOR
VIVA L'AUTO
Motorlandia.it
     Phillip Island: Della Porta mondiale
 
STRUMENTI UTILI
 Stampa Articolo
 Invia ad un Amico
 Aumenta dimensioni del testo
 Diminuisci dimensioni del testo


PHILLIP ISLAND. La giornata di Phillip Island per gli italiani non sarebbe potuta iniziare meglio con Lorenzo Dalla Porta che ha vinto la gara e il titolo Mondiale in Moto3. Gli azzurri non ci riuscivano nella classe cadetta dal 2004 con Dovizioso, quando ancora c'erano le 125 «Voglio andare a dormire presto questa sera, così domani mattina capirò se è solo un sogno e magari mi scenderà qualche lacrima – ha detto il toscano del team Leopard -. Non sarei qui senza mio papà Massimiliano che ha sempre creduto in me e voglio dedicare questo successo anche a mia nonna Nicoletta, che è scomparsa poche settimane fa».

In MotoGp, invece, è stata una questione fra spagnoli con un testa a testa tra Vinales e Marquez, che dopo qualche giro hanno lasciato il gruppo andando in fuga. Maverick ha guidato la corsa fino all’ultimo giro, quando è stato sorpassato da Marc sul rettilineo. Il pilota della Yamaha ha tentato di rispondergli alla curva 9, ma ha perso il controllo della sua moto finendo a terra. Marquez ha così potuto centrare il suo 5° successo consecutivo.

«La cosa più difficile è stata riuscire a rimanere dietro a Maverick quando ha iniziato a spingere – ha raccontato Marc - ma sapevo che se non avessi mollato poi vincere sarebbe stato possibile. È stato un fine settimana pazzo, ma la squadra ha fatto un lavoro incredibile».

Con lui, sul podio, sono saliti Cal Crutchlow sulla Honda e l’eroe di casa Miller sulla Ducati. Jack ha battuto in volata il suo compagno di squadra Bagnaia. Pecco si è dovuto accontentare del 4° posto per soli 55 millesimi ma è comunque il suo migliore risultato in MotoGp. Alle sue spalle un altro debuttante Mir e al 6° posto un incredibile Iannone che nei primi giri ha portato addirittura l’Aprilia al comando.

Anche Valentino ha avuto la soddisfazione di stare davanti a tutti, per i primi due giri, ma poi ha progressivamente perso terreno. Rossi ha tagliato il traguardo all’8° posto dietro a Dovizioso, che non ha mai brillato in gara. A chiudere la top ten ci sono Rins sulla Suzuki e Aleix Espargarò sull’altra Aprilia. Undicesimo Morbidelli e 16° e ultimo posto per Lorenzo che non riesce a uscire dalle sue grandi difficoltà sulla Honda.

Ora qualche giorno di pausa per poi tornare in pista la prossima domenica a Sepang, per il Gp della Malesia. 



 
 

Copyright © 1998 - 2010 Motorlandia. Tutti i diritti riservati